Oggi, qui, Firenze

È bello non aspettare niente, liberi da quello sfinimento dell’attesa, qualcosa che ti fa perdere di vista il presente con tutto quello che c’è di buono, di bello, da abbracciare. È incantevole lasciarsi andare a quanto di piccolo accade ogni giorno, annusarlo, assaggiarlo, per viverlo e viverlo in pieno, senza andare oltre, senza di chiedere di esplorare il domani. Oggi e oggi.

Qui piove, buongiorno giorno brumoso di pioggia con vento.